Linguaggi e Sperimentazioni al Mart

L’esposizione “Linguaggi e sperimentazioni”, curata da Giorgio Verzotti  si inserisce in un ciclo di mostre che il Museo di Arte moderna e contemporanea  di Trento e Rovereto dedica alla valorizzazione di collezioni private di particolare pregio, storiche o di recente costituzione che svolgono un ruolo importante nella storia del collezionismo italiano. Circa venti opere rimarranno al museo e faranno parte della Collezione Permanente del museo con la formula del deposito a lungo termine.

In esposizione delle tele, oggetti moderni, composizioni, manichini, poster, re – interpretazioni: quello che hai rappresenta ciò che sei. Ma non solo vita quotidiana, anche storia, come descrive l’artista Maric Airc che presenta il costume per il volto di Tuareg, una opera del 1991. Presenza e assenza vigilata, descritta da Sandrine Nicoletta con la opera Disertori 43, una telecamera accesa abbandonata sul ramo. Bocche vuote che parlano ma non comunicano nella opera di Bruno Perinado Blah Blah Blah.

La mostra (fino al 22 agosto) permette di documentare, attraverso lo sguardo del collezionista, la complessa attualità artistica internazionale, in Europa, America e Asia di giovani talenti, molti dei quali ormai già noti a livello internazionale ma ancora “giovani emergenti” quando acquisiti dalla Collezione.
Tra gli artisti presenti figurano Mircea Cantor, Jeremy Deller, Cyprien Gaillard, Carlos Garaicoa, Django Hernandez, Gabriel Kuri, Jonathan Monk, Anri Sala, Simon Starling, Tomas Saraceno, Tino Sehgal, Chen Zhen, gli italiani Mario Airò, Stefano Arienti, Eva Marisaldi, Maurizio Cattelan, Grazia Toderi, Francesco Vezzoli e i più giovani Nico Vascellari, Luca Trevisani, Piero Golia, Anna Galtarossa, Lara Favaretto, Gianni Caravaggio, Luca Pozzi, Emanuele Becheri, Alberto Tadiello e Andrea Galvani.

La mostra si articolerà nelle sale del primo piano del Mart, ma sarà anche l’occasione per esporre video, performances e installazioni di grandi dimensioni in spazi a diretto contatto con il pubblico del museo e con la città di Rovereto
http://www.mart.trento.it/